Home » Posts tagged 'sondainonda'

Tag Archives: sondainonda

I numeri di Sonda

_DSC5597Un anno ricco di belle sorprese, quest’ultimo, per SONDA. Novanta nuovi artisti (settembre 2013 – settembre 2014) sono entrati a far parte della “grande famiglia” inscrivendosi al progetto, avendo fatto la sua conoscenza, in particolare, tramite i social network. A maggio 2014 è uscita la terza compilation di SONDA, SONDA vol.3, presentata ufficialmente nella sede del Centro Musica: una selezione di 15 gruppi e musicisti emiliano-romagnoli, che hanno avuto la possibilità di trascorrere una giornata in studio con il produttore Marco Bertoni. La partnership con le etichette discografiche, ha portato al primo grande ed importante risultato per noi di SONDA, ovvero la pubblicazione del vinile 7” da parte della Covo Records, che vede protagonisti i bolognesi Altre di B ed Absolut Red. Per quanto riguarda la rete dei Live Club dell’Emilia Romagna, tra settembre 2013 e settembre 2014, 10 artisti iscritti a Sonda si sono esibiti in apertura ad altrettanti concerti all’Off di Modena di band quali Criminal Jockers, Jack Jaselli, Riccardo Sinigallia, Kutso. Il Bronson di Ravenna ha affidato ai The Ashman l’apertura del concerto di Piers Faccini; il Calamita di Cavriago ai Divanofobia quella di Maria Antonietta. Altra apertura al Diagonal per il concerto di Quilt. Il Covo club di Bologna ha ospitato Ed in apertura a Villagers e Natan Rondelli per Anna Calvi. Tre gruppi iscritti hanno partecipato al concerto del Capodanno Modenese di Paolo Belli, davanti ad una piazza gremita all’inverosimile. Francesco Galavotti ha introdotto il concerto di Nada in occasione del 25 aprile in piazza XX settembre a Modena. 6 gruppi hanno partecipato alla Festa della Musica, esibendosi il 21 giugno su un palco a loro dedicato, sempre a Modena. Le Mura di Mos hanno partecipato al concerto Modena, 29 Settembre a fianco di artisti del calibro di Paolo Benvegnù e Roberto Vecchioni. Nell’ultimo anno per SONDAinONDA abbiamo intervistato 16 gruppi. Tutte le interviste sono raccolte nel nostro canale youtube, www.youtube.it/CentroMusicaModena, che conta più di 23.000 visualizzazioni totali. Su soundcloud, www.soundcloud.com/centromusicamodena, è possibile ascoltare e downloadare (gratuitamente e legalmente) i brani dei musicisti iscritti, oltre alle nostre produzioni, con la possibilità di invio nuovi brani. Nel 2014 abbiamo superato gli 8300 ascolti. SONDA ed il Centro Musica, sono presenti sul web con il sito www.musicplus.it che conta una media di 2200 visite mensili; mentre il sito dedicato al progetto, sonda-t.comune.modena.it, ha una media di 500 visite mensili.La pagina www.facebook.com/centromusicamo, ha superato i 6.000 fan.

Taste of Cindy – SONDAinONDA

Taste of Cindy nascono verso fine del luglio 2013 grazie all’impegno di Riccardo e Alessandro, che dopo qualche tempo riescono finalmente a trovare gli ementi mancanti alla band, Laura al basso e Phil Gold alla batteria. Per dare un’idea di quali siano le coordinate musicali su cui si muovono, si sono formati poco prima di vedere gli Arctic Monkeys, e di comprare Psychocandy.

Nel freddo gennaio del 2015 esce il demo autoprodotto “Si muore solo la domenica mattina”, contenente pezzi inediti, in italiano e inglese. Durante la scorsa estate però qualcosa è cambiato, la band sceglie di esprimersi solo in lingua madre e di registrare un nuovo EP, “Scivolo”, in uscita per la neonata etichetta/collettivo Tempura Dischi.

Questo e molto altro i Taste of Cindy ce lo hanno raccontato nell’intervista che trovate qui sotto, prima di lasciarci con una versione acustica della loro “Dakota”.

Oscar di Mondogemello – SONDAinONDA

oscarOscar di Mondogemello è in realtà Ivan Borsari, è per gli ultimi venti anni ha suonato la batteria in diverse formazioni modenesi. Poi, improvvisamente, decide che la batteria non è più il suo posto sul palco, e si reinventa: compra una chitarra, una loop station, inizia a scrivere brani e ad esibirsi in giro. (altro…)

Charlie Shuffle – SONDAinONDA

I Charlie Shuffle vengono da Reggio Emilia, e nascono nel 2011. La loro storia è quella di tante band nostrane: qualche anno di gavetta, prove in una taverna di qualche buon amico, nei garage, al caldo nei mesi d’estate, al freddo nei mesi invernali. Poi arriva la sala prove, la band diventa una famiglia, si da sfogo in libertà alla musica e alla creatività.

I Charlie Shuffle definiscono la loro musica Urban Funk. Perché la loro musica è quella dell’uomo urbano, dell’uomo moderno. L’uomo che, attraverso melodie e armonie che lo richiamano al sound passato (quello del soul, del blues, del funk), riesce al contempo a vivere il presente, ascoltando ciò che i nostri testi e la nostra musica racconta.

I Charlie Shuffle sono: Elizangela Torricelli (Voce), Noemi Tommasini (Voce), Paolo Burani (Chitarra), Gabriele Fava (Sassofono), Alessandoro Cupello (Basso), Gabriele Genta (Percussioni), Daniele Nasi (Sassofono), Francesco Cupello (Tastiere), Tommaso Lodesani (Batteria), Gabriele Polimeni (Tromba).

I Charlie Shuffle hanno un disco in uscita, che ci sono venuti a raccontare nell’intervista che trovate qui sotto, e ci hanno lasciato un brano intitolato “Charlie Street” che potete ascoltare a questo link.

facebook.com/charlieshufflebigband/

Dea Dea – SONDAinONDA

Sono nati circa un anno fa i Dea Dea, duo rock proveniente da Modena e formato da Davide Reggiani e Steven Esposito. Chitarra e batteria, i due ragazzi suonano rock in Italiano, influenzato dalla scena alternativa nazionale, e hanno un album pronto per essere pubblicato nei prossimi mesi.

Abbiamo intervistato i Dea Dea, che a fine intervista ci hanno lasciato una versione acustica di un loro brano, intitolato QDV.

fb.com/deadeamusic

Fabrizio Luglio – SONDAinONDA

Fabrizio Luglio nasce a Torino, città in cui si forma musicalmente: tra il 1988 e il 1993 studia chitarra jazz e inizia ad esercitarsi sulla composizione di testi e musica originali. Nel 1994, come compositore e chitarrista, collabora al progetto Noesis: 20 musicisti dell’area torinese uniti nella realizzazione di 25 brani inediti prodotti da Edimedia Edizioni srl e, per un breve periodo, eseguiti sui circuiti nazionali.

Nel 1995 fonda il gruppo rock-progressive Incommunicado, di cui è voce solista e chitarra ritmica, oltre che compositore di testi e musiche, e con cui pubblicherà tre album (“Fiction”, “L’alba del viaggio” e “Musica per gerani”) tra il 1998 e il 2011. Nel 2003 Fabrizio si trasferisce a Bologna e inizia la sua attività di bassista e cantante prima con i Casababylon e poi con gli Stati Febbrili.

A metà 2013 inizia la registrazione del suo primo album solista, contenente alcuni brani rivisitati e nuove composizioni in collaborazione con l’associazione musicale RealSound di Bologna e con il musicista e arrangiatore Marco Anderlini.

Il 16 dicembre 2015 viene pubblicato sulla rete il videoclip del brano “Il Viaggio Più Lungo”, per la regia di Oscar Serio.

A metà febbraio esce il nuovo disco “Senza Disturbare“. A fine intervista un’anteprima acustica in esclusiva della canzone che da il titolo all’album

Na Isna – SONDAinONDA

Na Isna è un progetto musicale firmato da Marco Na Isna Lodi, Enrico Mescoli, Enrico Pasini e Luca Torreggiani, nel solco che congiunge la forma-canzone al patrimonio poetico e letterario di matrice europea, sviluppando un immaginario che ha il suo baricentro negli esseri viventi e nella Natura tutta. Il nome, derivante dall’onomastica dell’etnia Balanta (Guinea-Bissau), è qui da intendersi nel significato di “appartenente alle sue radici, dalle sue radici destinato a crescere”.
Il loro album di debutto si intitola Un dio furioso, ed è stato autoprodotto e registrato con la coproduzione artistica di Andrea Franchi (Paolo Benvegnù), le collaborazioni di Daniele Rossi (Three Lakes), Gianluca Magnani (Flexus), Mattia Tarabini (Padre Gutiérrez), Diego Dessi (Tange’s Time) e mastering a cura di Roberto Priori, presso il LemonHead Studio di Federico Truzzi.
Ed è proprio per parlare di Un dio furioso che abbiamo intervistato Marco Lodi, leader dei Na Isna.

facebook.com/na-isna

Reverie – SONDAinONDA

Il gruppo Reverie si forma nell’inverno 2011 a Modena, per idea del chitarrista, che spinto dalla passione per la musica trasmessa dallo zio e dai genitori decide di mettere su una band che rispecchiasse come genere lo stoner e l’alternative rock.
I 4 ragazzi cominciano il loro percorso proponendo cover delle loro band preferite, ma dopo qualche anno di esperienza sui palchi iniziano a comporre i loro primi brani e a costruirsi sound personale, caratterizzato da quella che si può definire la scena grunge anni ’90 di Seattle, dall’Underground italiano e dal progressive rock anni ’70, come quello dei King Crimson.
Il loro è un suono cattivo e graffiante incattivito dai pedali fuzz e i riff potenti di basso; in qualche brano è stato inserito anche il violino, che miscelato assieme a queste melodie ricorda molto il progressive rock. I loro brani sono costituiti da testi in italiano, che trattano soprattutto di quello che è la società attuale, di sogni e momenti vissuti. Il gruppo comincia così a girare per i vari locali della zona (Off, Vibra, Tenda, Stones cafè, Sputnik, Akkatà, Kalinka) e a portare in giro la loro musica riscuotendo apprezzamenti e sostenitori.
In occasione dell’uscita del loro album di debutto Rerum li abbiamo intervistati e ci hanno regalato una versione acustica del brano “Nubi negli Occhi”.

facebook.com/reverie

Groove Connection – SONDAinONDA

Il progetto Groove Connection nasce nel 2014 e unisce 5 musicisti provenienti da diversi generi musicali in un unico stile che fonde Fusion , Jazz , Funk e Progressive. Fare musica strumentale è una scelta insolita e complessa, ma è resa possibile da una sezione fiati che fa dà voce ai diversi temi proposti.
Gli arrangiamenti sono stati adattati tramite ricerche e proposte di tutti i membri, frutto di composizioni scritte da Francesco Cinti, Matteo Baraldi e Marco Caretti, rielaborate secondo i gusti personali dei musicisti che hanno reso possibile la connessione di vari stili e contaminazioni provenienti dalla musica d’autore degli ultimi 40 anni.
Durante l’ascolto dei brani si possono scorgere accenni a colonne sonore e sigle provenienti dal cinema, televisione e videogiochi che ormai fanno parte della storia della nostra generazione, riconoscibili anche da chi non è appassionato del genere a scopo di divertirsi, far divertire e rendere partecipi pubblico e musicisti, senza esclusioni di età o passioni.

facebook.com/grooveconnectionmodena
soundcloud.com/grooveconnectionmodena

Cabrera – SONDAinONDA

I Cabrera sono una band Emo/Post Rock modenese nata nel Febbraio del 2011 e composta da Francesco Galavotti (voce, chitarra e tastiere), Jason Cabrera (chitarra), Marcello Vigarani (basso) e Nicolò Bertoni (batteria). Dopo aver suonato per diversi anni tra pub e piazze di Modena e provincia sotto il nome di Mustard, i quattro, influenzati dalla scena post hardcore e post rock del territorio, cambiano radicalmente genere e, a partire dall’estate del 2013, propongono una musica caratterizzata prevalentemente da ampie sezioni strumentali intervallate da un cantato urlato (in italiano).
Nell’Ottobre del 2013 i Cabrera registrano presso l’Igloo Audio Factory di Correggio il loro primo Ep ”Nessun Rimorso”, disco di 5 tracce prodotto da Raffaele Marchetti (Threelakes and the Flatland Eagles, Redline Season) con la supervisione di Andrea Sologni (Gazebo Penguins).
I Cabrera, dopo aver presentato i brani dell’Ep in diversi locali dell’underground modenese quali La Tenda , Mr Muzik Off’ e Ekidna, firmano nel Febbraio del 2014 con l’etichetta discografica genovese ”Thisiscore Label”, sotto la quale faranno uscire ”Nessun Rimorso” il 26 Aprile dello stesso anno.
In occasione della loro visita al Centro Musica hanno registrato una versione acustica dei brani “Sipario” e “Una Parola” in esclusiva per il nostro canale YouTube.

facebook.com/officialcabrera